Aria di Ricerca

Sotto il segno dell’inclusione, dell’apertura, dell’interazione, del coinvolgimento a 360°, che sono gli elementi chiave della Notte dei Ricercatori, quest’anno nell’aria dell’edizione 2016 anche la partecipazione degli ex detenuti e degli studenti universitari reclusi nelle carceri calabresi.

In collaborazione con il Comitato Unico di Garanzia (CUG) dell’Unical nonché dei Dipartimenti DISPES e LISE, il programma della Notte dei Ricercatori si arricchisce dell’iniziativa “Aria di ricerca” che prevede interessanti attività quali: un seminario sul sistema universitario penitenziario a cura di Betta Cianchini e Franca Garreffa; letture dedicate di Betta Cianchini con pensieri e contributi giunti dagli studenti universitari reclusi negli istituti penitenziari di varie regioni italiane (a cura dell’Associazione “Il Viandante”); realizzazione, da parte dell’artista Alan Bianchi, di un murale in un particolare luogo dell’Unical comprendente le frasi più significative inviate dagli studenti reclusi nelle carceri calabresi; spettacolo teatrale legato all’opera “post partum” di Betta Cianchini; proiezione del video “Fuga d’affetto”; concerto della band “Presi per Caso”.