rimedi naturali per irritazione da pannolino

Rimedi naturali per irritazione da pannolino

L’irritazione da pannolino consiste in uno tra i maggiori problemi che un genitore deve gestire in modo corretto, al fine di garantire il benessere del suo bebè. Infatti, quest’ultimo ha molte necessità e tra queste vi sono gli stessi prodotti utilizzati: tra questi vi sono ovviamente i pannolini, i quali purtroppo possono causare un’irritazione cutanea e procurare una sensazione di malessere.
Nei casi peggiori, queste irritazioni possono anche portare a degli eritemi e vere e proprie perdite di sangue, così come alla comparsa di vesciche. Al fine di evitare che la situazione possa peggiorare, è possibile curare l’irritazione grazie a dei rimedi naturali altamente influenti e che posseggono delle sostanze del tutto naturali.

Crema alla calendula

Questo prodotto consiste in un ulteriore metodo altamente efficace e famoso per le sue proprietà cicatrizzanti e lenitive, le quali permettono di eliminare il tipico fastidio e bruciore da irritazione cutanea.

Olio d’oliva

L’olio d’oliva consiste in un prodotto che non viene utilizzato esclusivamente nel settore alimentare, ma anche nel campo della bellezza e del benessere del proprio corpo. Nello specifico, possiede delle sostanze che permettono di lenire bruciori e pruriti, contribuendo quindi alla guarigione dell’irritazione da pannolino. E’ necessario prenderne solo un discreto quantitativo e spargerlo sulla zona interessata ogni qualvolta si faccia il cambio del pannolino.

Olio di mandorle dolci

L’olio di mandorle dolci è anch’essa un’alternativa ottimale ed è nota per essere un prodotto del tutto naturale e adeguato sia alla cura dei più grandi che dei più piccoli. Infatti, oltre ad essere utilizzata per i massaggi infantili, può anche essere utilizzata nel caso di irritazioni: è altamente consigliato far assorbire per bene la crema prima di fare il nuovo cambio.
Inoltre, sono estremamente sconsigliati saponi aggressivi o contenenti delle sostanze che possano risultare inadatte alla pelle di un neonato, nota per la sua delicatezza.

Pasta all’ossido di zinco

La pasta all’ossido di zinco è disponibile sia nelle erboristerie, che nei supermercati e farmacie ed è possibile utilizzarla al fine di curare le dermatiti da pannolino e gli arrossamenti. Al fine di guarire definitivamente l’irritazione, è necessario utilizzarlo ad ogni cambio del pannolino.

Amido di mais

Questo prodotto viene utilizzato sia in ambito alimentare che per la cura dei bambini, in particolare per far sì che le sue parti intime vengano asciugate accuratamente prima del cambio del pannolino. In tal modo, la sua pelle e gli indumenti non aderiranno e non si creeranno delle screpolature.

Cambiare spesso il pannolino

Tra i maggiori metodi volti all’evitamento di una dermatite da pannolino, è possibile applicare un cambio alquanto frequente dei pannolini. Questa usanza non viene praticata solo al fine di prevenire una dermatite, ma anche per una questione igienica: in questo modo, il piccolo eviterà il contatto con la sua stessa pipì, la quale potrebbe anche risultare acida nel momento in cui stanno iniziando a cadere i dentini da latte. In particolare, al fine di rendere l’urina meno diluita in quel periodo, è possibile far bere di più il proprio bebè e diminuire così l’acidità normalmente presente.

Oltretutto, al fine di poter evitare delle irritazioni da pannolino, è possibile cambiare direttamente le marche dei prodotti utilizzati e sceglierne invece altre che vendono pannolini ecologici o lavabili.

I pannolini ecologici consistono in dei classici pannolini che dopo il primo uso devono essere buttati, ma che sono costituiti (al contrario di quegli standard) da sostanze del tutto naturali e che quindi non irritano la pelle. Infatti, non accumulano calore nelle parti intime che potrebbe disturbare il neonato e sono decisamente più tollerabili. In alternativa, è possibile considerare l’acquisto dei pannolini lavabili, i quali differiscono dai tipici usa e getta per la possibilità di essere riutilizzati.

A tal proposito, è possibile selezionare varie tipologie di materiali e diverse forme, al fine di garantire benessere al proprio bebè ed evitare di conseguenza delle dermatiti da pannolino.

Leggi anche: Cambio pannolino, come farlo nel modo corretto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.